Qual è la vera felicità e quando ci piace

I punti di felicità devono prima essere cercati nel presente, nelle cose che hai e fai, nei sentimenti delle persone che amiamo e ci amano. Secondo lo psicologo, il dr. Giuliana Proietti, la felicità può essere un piacere nel raggiungere un obiettivo che ti sei stancato o che hai lavorato duramente per raggiungere.
Spesso, tuttavia, abbiamo imparato che le persone sono molto più felici durante il periodo in cui sperano in qualcosa da ottenere, rispetto a quando otteniamo ciò che abbiamo desiderato, perché quei momenti sono più drastici nel senso buono della parola .

Per il semplice fatto che motivare a fare qualcosa fa sentire le persone più importanti, utili, piene di energia, audaci e forti. Una volta che l’obiettivo dell’adrenalina scompare e l’umore diventa rapidamente depresso. Quindi il segreto è sempre quello di avere un progetto che lo farà senza pensare che la felicità debba necessariamente venire dopo: la speranza per il futuro e il godimento del presente è il massimo della saggezza umana e della saggezza.

La felicità non è uno stato costante, ma uno stato del momento. Quando sei felice, i gesti del corpo cercano di spostarsi dalla posizione precedente, rendendola più visibile, sei desideroso di sorridere, a contatto con altre persone.

La felicità in realtà ti dà la sensazione di essere troppo bravo per farti sentire forte, pronto a far fronte a qualsiasi paura o disabilità. Questi sentimenti sono l’opposto della felicità, perché proiettano aspettative nel futuro, non hanno l’opportunità di rallegrarsi ora, in questo momento.

Le persone che sono generalmente gelose hanno difficoltà a sperimentare la vera felicità perché non sono mai soddisfatte del presente e persino stressano e perdonano di provare le delizie della vita perché si concentra molto sui problemi e le preoccupazioni degli altri. La felicità è sentire ciò che è bello nella vita.

Questa è l’abilità individuale, non una riserva di possibilità: tutti possiamo essere felici se impariamo a capire come farlo. In effetti, per vivere una vita felice, tutti abbiamo bisogno di poter godere di ciò che già abbiamo.

Ognuno di noi pensa che ci sia qualcosa che ancora manca di essere felice: matrimonio, lavoro, carriera, casa, laurea, vacanze. Quindi la felicità, sempre spinta, ci tiene fuori dai piedi. Ricorda che non importa quanto abbiamo, ma quanto ci rallegriamo per ciò che abbiamo.

Advertisements

Leave a Reply

Please log in using one of these methods to post your comment:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s